logo
CASA EDITRICE

Sezione Beni Culturali
"Collana EdA - Didattica e Ricerca"

EdA - Rivista: clicca qui
Collana EdA - Esempi di Architettura: clicca qui

EdA – Didattica e Ricerca
Questa collana nasce da una costola di EDA - Esempi di Architettura
e si prefigge l’obiettivo di raccogliere studi e ricerche con carattere tematico o monografico sempre riferiti al mondo dell’architettura.

a cura di Eugenio Galdieri,
SCRITTI SULLA TERRA
AUTORI: Maddalena Achenza; Silvia Briccoli Bati; Gaia Bollini; Anna Paola Conti; Gianfranco Conti; Maria Cristina Forlani; Mario Lolli Ghetti; Olimpia Niglio; Alberto Parducci;
Sergio Sabbadini.
pp.144 - F.to 17x24
illustrazioni in bianco e nero - copertina a colori
ISBN 978-88-6336-066-0  pdc € 25,00
EdAdid 04

Una decina di docenti e professionisti – che da molti anni dedicano gran parte dei loro studi ai problemi del passato e dell’avvenire di una tecnica costruttiva ormai millenaria ma tuttora poco conosciuta – prova a fare il punto sulla situazione (un vero “stato dell’arte”), con particolare riguardo all’Italia, attraverso una visione più ampia e generale di quanto sia stato fatto sinora e uno sguardo più attento ai problemi di un possibile futuro: l’architettura antisismica, il risparmio energetico, la compatibilità ambientale, le possibilità espressive.

Eugenio Galdieri Architetto. Ex docente di Storia dell’Architettura dei Paesi Islamici nella facoltà di Architettura di Roma e, successivamente, in quella di Conservazione dei Beni Culturali di Ravenna. Socio ICOMOS/Italia dal 1989, per 4 anni membro dell’ICOMOS International Committee for the Study and Conservation of mud bricks Architecture. Ha fondato l’AICAT (Associazione Italiana tra i Cultori dell’Architettura di Terra). Relatore al primo convegno internazionale ICOMOS / ICOM-Iran sull’architettura di terra (Yazd, Iran, 1972). Ha scritto sull’argomento una trentina di articoli per riviste italiane e straniere e una monografia per Laterza (1982). È stato consulente scientifico per interventi di consolidamento di numerose strutture storiche e monumentali in terra cruda in Israele (Tell Dan), Tajikistan (Pianjikent), Iran (Choga Zanbil), Italia (Gela) e Tunisia (Scavi di al-mansuriya).

NOVITA'
SCRITTI SULLA TERRA

a cura di Enrico Pietrogrande,
LA COSTRUZIONE DELLA CITTA’
Architettura a Padova nei primi quarant’anni del Novecento
AUTORI: Paola Bellico, Giulia Caoduro, Giuseppe Faggioni, Claudia Reddi, Alessandro Schievano, Emanuele Vivori
pp.224 - F.to 17x24
illustrazioni in bianco e nero - copertina a colori
ISBN 978-88-89566-89-3  pdc € 30,00
EdAdid 03

Questo volume presenta la rielaborazione di alcune tesi redatte per il conseguimento della laurea triennale in Ingegneria Edile presso l’Università di Padova. Le ricerche sono state sviluppate nell’ambito del Dipartimento di Architettura, Urbanistica e Rilevamento, insegnamento di Composizione Architettonica e Urbana, durante l’anno accademico 2005-06. Cinque delle sei tesi hanno per oggetto significativi interventi edilizi attuati nella città di Padova nei primi quattro decenni del Novecento, considerati nella continuità della produzione di alcuni ingegneri e architetti al tempo particolarmente attivi: Gino Peressutti, Augusto Berlese, Vincenzo Bonato, Antonio Zanivan, Gino Briani. La sesta tesi, dedicata allo stabilimento di Cinecittà, è qui inserita a documentare il culmine della produzione architettonica di Gino Peressutti.
Il tema dell’approfondimento delle opere attuate nel periodo contemporaneo è, proprio nel caso di Padova, di notevole importanza. Poche sono infatti le città sulle quali il secolo appena trascorso ha così fortemente inciso. Marcandone la fisionomia con una presenza ormai radicata, gli esiti dello sviluppo del Novecento ne caratterizzano il centro urbano almeno quanto le testimonianze dei grandi periodi della storia e dell’arte del passato: oltre che romana, medioevale, rinascimentale o neoclassica, Padova oggi è anche, in tutta evidenza, città del Novecento. La trasmissione della conoscenza è la migliore garanzia di tutela, a sostegno di un mirato governo delle trasformazioni che, di quanto ci è pervenuto dal passato, sappia evitare al contempo sia interventi traumatici e arbitrari che, all’opposto, l’irrigidimento su un acritico e passivo mantenimento integrale.

Olimpia Niglio, Università Di Pisa. Architetto, laureata presso l’Università d Napoli “Federico II”. Dottore di ricerca in Conservazione Beni Architettonici dal 2001 è Docente di Restauro Architettonico presso l’Università di Pisa. Dal 1999 è Membro della Commissione UNI-NorMaL - Ministero Beni Culturali -UNI Milano. È direttore della rivista Esempi di Architettura e della Collana Esempi di Architettura.

LA COSTRUZIONE DELLA CITTA’

Olimpia Niglio,
DALL’INGEGNERIA EMPIRICA VERSO L’INGEGNERIA DELLA SCIENZA
La perizia di tre matematici per la cupola di San Pietro (1742)

pp.80 - F.to 17x24
illustrazioni in bianco e nero - copertina a colori
ISBN 978-88-89566-78-7  pdc € 15,00
EdAdid 02

Quand'è che la scienza moderna, nata con Galileo, è entrata in contatto con l'architettura? Quando è stata recepita come quel supporto ormai irrinunciabile che le ha consentito di rinnovare completamente le sue modalità espressive? Lo scopo di questo libro è proprio quello di illustrare un momento storico particolare nel quale sembra che ciò sia avvenuto per la prima volta, grazie all'audace operato di tre matematici Ruggiero Giuseppe Boscovich, Francesco Jaquier e Tommaso Le Seur della "Repubblica Romana dei Dotti" impegnati ad affrontare un problema statico riguardante la cupola di San Pietro.

Olimpia Niglio, Università Di Pisa. Architetto, laureata presso l’Università d Napoli “Federico II”. Dottore di ricerca in Conservazione Beni Architettonici dal 2001 è Docente di Restauro Architettonico presso l’Università di Pisa. Dal 1999 è Membro della Commissione UNI-NorMaL - Ministero Beni Culturali -UNI Milano. È direttore della rivista Esempi di Architettura e della Collana Esempi di Architettura.

DALL’INGEGNERIA EMPIRICA VERSO L’INGEGNERIA DELLA SCIENZA

Adriano Paolella,
L’OMBRA DEI GRATTACIELI
Per una critica ambientale dell’architettura contemporanea

pp.120 - F.to 17x24
illustrazioni in bianco e nero - copertina a colori
ISBN 88-89566-43-4  pdc € 15,00
EdAdid 01

Quello che si propone nel presente volume è un punto di vista tendenzioso che considera la conservazione e riqualificazione dell’ambiente, il benessere e l’autonomia culturale e produttiva delle comunità locali e degli individui come variabili fondamentali nell’elaborazione del giudizio relativo all’architettura contemporanea.

Adriano Paolella (Napoli, 1955), esperto di progettazione ambientale è docente di tecnologia presso la Facoltà di Architettura dell’Università “Mediterranea” di Reggio Calabria, responsabile della WWF Ricerche e Progetti Srl, presidente dello IAED Associazione per la progettazione ambientale. Tra le sue ultime pubblicazioni: Progettare per abitare (Milano 2003); Abitare i luoghi (Pisa 2004), con C.Blasi Identificazione e cambiamenti del paesaggio contemporaneo (Palermo 2005).
a.paolella@wwfrp.it

L’OMBRA DEI GRATTACIELI Per una critica ambientale dell’architettura contemporanea

logo
CASA EDITRICE
35020 SAONARA (PADOVA) - Via Lombardia 41/43
Tel. 049/640105 - Fax 049/8797938
line
Home - Restauro - Arte e Beni Culturali - Letteratura Poesia e Tematiche Sociali
Storia Filosofia e Memorialistica - Economia e Societa' - Guide Turistiche
Appuntamenti e Segnalazioni - Acquisti on Line
e-mail - Mailing List - Links - Web Rings - English Please!