logo
CASA EDITRICE

Sezione Restauro
"Collana XILEMA-DOCUMENTI"

 

Carlo Ratti,
SOTTO IL SEGNO DEL … LEGNO
Storia universale e tecnologie del legno curvato. Curvatura naturale, legatura, intreccio, fuoco, acqua calda.
(Prima parte: 45.000.000 – 4.000 a.C.)

pp.48 - F.to 21x29,7 - copertina a due colori
ISBN 978-88-89566-90-9  pdc € 15,00
XiDoc2

Il libro analizza dapprima il rapporto esistente tra l’uomo e albero, e di conseguenza tra l’uomo e il legno. Di questo rapporto antichissimo vengono considerati gli aspetti antropologici-culturali eviden–ziando in particolare l’impiego e l’evoluzione del legno curvato come materiale di uso quotidiano, dalle origini sino ad oggi. Oltre ad argomenti di natura scientifica e tecnologica il libro presenta argomentazioni di carattere interdisciplinare e comparativo tra le varie civiltà e tra i settori produttivi, per indagare tutti gli usi che del legno sono stati fatti nella storia. In ogni capitolo si trovano un contesto storico-culturale ed uno tecnico, nei quali le discipline relative alla magia, astrologia, religione, danza, musica e arte, vengono poste in parallelo con i sistemi tecnologici per la realizzazione dei manufatti costruiti nelle varie epoche considerate. Tutti i settori produttivi vengono analizzati divisi in macroaree tra cui l’area bellica, l’edilizia, i trasporti (via mare, terra e aria), il settore musicale, del mobile e dell’arredo, dell’abbigliamento, ludico, sportivo e della comunicazione.

Carlo Ratti si occupa di docenza nell’area tecnica e tecnologica del settore legno e arredo; è titolare della cattedra di materie tecniche presso istituti parauniversitari e insegna all’ IPSIA “Meroni” di Lissone, inoltre, è docente a contratto presso il politecnico di Milano. Ha scritto e pubblicato tre volumi (Tecnologie del legno curvato, Ribera ed.; Il compensato curvato, progetti e progettisti italiani, Rima ed.; Tecnologie per il mobile, Masson ed.) e ha voluto riunire in quest’ultimo testo tutte le tecnologie di curvatura del legno relazionandole all’antropologia culturale.

NOVITA'

SOTTO IL SEGNO DEL … LEGNO

a cura di Francesco Augelli,
IL RUOLO DEL LEGNO NELL’IDEA DELL’ARCHITETTURA UNIVERSALE DI VINCENZO SCAMOZZI (1615)
pp.48 - F.to 21x29,7 - copertina a due colori
ISBN 88-89566-70-1  pdc € 13,00
XiDoc1

Con questo studio si intende analizzare il trattato L’idea dell’architettura universale, pubblicato nel 1615 da Vincenzo Scamozzi, insigne architetto veneto, di origini valtellinesi, vissuto a cavallo tra il XVI e il XVII secolo. Si vuole dimostrare la profonda conoscenza dell’autore nei confronti dei materiali da costruzione ed in particolare del legno. Il ruolo del legno per Scamozzi è infatti assolutamente prioritario e tra le particolarità che rendono il testo di estrema rilevanza è la precisione della esposizione a partire dalla materia prima: degli alberi, del legno, della loro provenienza, del loro impiego oltre alla descrizione, per la prima volta in un testo di architettura, di specie legnose provenienti dal “Nuovo mondo”.
Scamozzi rivendica, alla figura professionale dell’architetto intellettuale, non solo il ruolo di artista e uomo di cultura, ma anche quello sociale di scienziato in quanto conoscitore e sperimentatore, nella progettazione e realizzazione delle fabbriche, di materiali (talvolta innovativi), nuove tecnologie e metodi di posa in opera.

Francesco Augelli Politecnico di Milano, Facoltà di Architettura civile.

IL RUOLO DEL LEGNO NELL’IDEA DELL’ARCHITETTURA UNIVERSALE DI VINCENZO SCAMOZZI (1615)

logo
CASA EDITRICE
35020 SAONARA (PADOVA) - Via Lombardia 41/43
Tel. 049/640105 - Fax 049/8797938
line
Home - Restauro - Arte e Beni Culturali - Letteratura Poesia e Tematiche Sociali
Storia Filosofia e Memorialistica - Economia e Societa' - Guide Turistiche
Appuntamenti e Segnalazioni - Acquisti on Line
e-mail - Mailing List - Links - Web Rings - English Please!